Acceleratori delle Startup: cosa sono, esempi e Fisco | Societaria

Acceleratori delle Startup: cosa sono, esempi e Fisco

Acceleratori delle Startup: cosa sono, esempi e Fisco

Acceleratori delle Startup: cosa sono, esempi e Fisco

  • 3
  •  
  •  
  •  

L’acceleratore startup è un programma che viene utilizzato per sei o dodici mesi e consente alle imprese di ricevere consulenze strategiche, operative ed organizzative da parte di esperti in cambio di piccole quote di capitale.

Finalità dell’acceleratore

Si può ricorrere all’acceleratore per migliorare le performance aziendali, per iniziare nuovi progetti, cercare nuove soluzioni ma solo quando la start up ha già iniziato la sua impresa, è già nota sul mercato e ha già fidelizzato i suoi clienti, potendo contare su un solido portafoglio clienti.

Diversamente se l’azienda è nella fase iniziale della sua attività è consigliabile un incubatore di impresa, a titolo di esempio, uno molto valido è il PoliHub, gestito dalla Fondazione  Politecnico di Milano, mediante la società  PoliHub Servizi Srl, reperibile al seguente sito  http://www.polihub.it/

Gli acceleratori d’impresa presenti in Italia: casi di successi

Uno degli acceleratori presenti in Italia è H-Farm si occupa della trasformazione digitale delle aziende, partendo dalla organizzazione e pianificazione del progetto per concludere con la fase esecutiva.

H-Farm è studiata per offrire metodi e approcci innovativi per la formazione digitale di imprese e persone.

Il sito di riferimento dal quale è possibile acquisire informazioni e magari prendere spunti è il seguente:

http://www.h-farm.com.it

Tra i clienti di H-Farm, troviamo Altroconsumo che ha in corso un progetto che vede impegnati un team di professionisti nel settore del marketing digitale per elaborare un progetto che migliora la comunicazione con i loro utenti.

E’ un programma che mira a rendere partecipi e informati i consumatori su tutte le opportunità  a tutela del consumatore.

Il progetto è disponibile sul sito:

http://www.h-farm.com/it/news/una-nuova-strategia-di-digital-marketing-altroconsumo

Un altro cliente che viene guidato dall’acceleratore per imprese di H-Farm è Pfizer, azienda farmaceutica italiana che vuole affinare le soluzioni nel settore della salute contribuendo a favorire nuovi metodi innovativi per affrontare patologie croniche, malattie diffuse e medicina personalizzata.

Al raggiungimento di questi obiettivi vengono coinvolte due divisioni della H-Farm: la Open Innovation e la Industry –Human Innovation Culture.

http://www.h-farm.com/it/news/percorso-di-innovazione-con-pfizer

Altro esempio di acceleratore italiano è la presenza di Working Capital di Telecom Italia che investe nelle migliori start up italiane del settore digitale, http://www.wcap.tim.it/.

Con il programma di TIMWCAP vengono selezionati i progetti e le idee più innovative dal punto di vista tecnologico, in modo da migliorare il funzionamento di imprese e di pubbliche amministrazioni garantendo loro soluzioni ICT che rispondono meglio alle esigenze di ognuno.

Vengono riconosciuti contributi economici per offrire programmi di accelerazione che velocizzano la maturazione imprenditoriale o che creano velocemente nuove idee.

Consigli sulla scelta di acceleratore

Cerca di capire se vengono offerti capitali a fondo perduto, oppure devi corrispondere quote della tua startup.

Comprendi qual è il tuo margine di autonomia nel gestire la tua attività e la tua libertà decisionale.

Valuta se il programma di accelerazione gode di buona visibilità sul mercato, di presenza ramificata e di ottima reputazione perché di riflesso aumenterà anche la tua reputazione, anche tu godrai della stessa visibilità e presenza, e questo ti agevolerà nel reperimento di fondi più facilmente e nella maniera più naturale possibile.

Inoltre devi stimare la qualità e l’apprezzabilità degli investitori interessati al programma di accelerazione.

Aspetti fiscali

L’Agenzia delle Entrate prevede una serie di misure che agevolano la nascita di startup innovative, infatti con la circolare 16/E dell’11 giungo 2014, ha dettato le linee da seguire per poterne usufruire.

Per tutto il periodo in cui la società ha i requisiti che la identificano come startup innovativa non è obbligata ad effettuare il test di operatività per le società di comodo.

E’ esente dal pagamento dell’imposta di bollo e dei diritti di segreteria  per l’iscrizione nel Registro delle Imprese.

Le retribuzioni corrisposte ai collaboratori, agli amministratori e ai dipendenti sotto forma di strumenti finanziari sono esenti sia ai fini fiscali che contributivi.

Coloro che investono il proprio capitale in startup innovative si vedranno riconosciute detrazioni e deduzioni di imposta nella propria dichiarazione dei redditi.

Inoltre non sono tassati gli strumenti finanziari ricevuti a fronte di opere, servizi, o di crediti maturati grazie a prestazioni di opere e servizi resi a favore di start up.

Possiamo dire che i programmi di accelerazione hanno una durata definita e vedono il coinvolgimento di mentor e partner industriali.

Alla fine del programma le start up, che inizialmente erano imprese emergenti, ormai diventate imprese mature, incontrano investitori. 

L’acceleratore non è auspicabile per le start up in crescita e in sviluppo,  meglio supportate da un incubatore che ha tempi di durata inferiori.

L’Italia è un paese che innova, grazie, infatti alla nascita di queste imprese si sono generati nuovi posti di lavoro favorendo la crescita economica italiana.

Se non hai ancora le idee chiare su quale acceleratore fa al caso tuo, rivolgiti a noi per una consulenza.

 

Acceleratori delle Startup: cosa sono, esempi e Fisco ultima modifica: 2018-06-18T08:01:43+00:00 da Dr. Andrea Raffaele
Dr. Andrea Raffaele
Dr. Andrea Raffaele
Corporate Tax Consultant, Advisor e CTU del Tribunale di Roma con una solida esperienza Aziendale in attività di Amministrazione, Finanza, Controllo di Gestione, Pianificazione Strategica, Business Planning, HR e di gestione di progetti di Start-up aziendali, di Riorganizzazione e Change Management maturata in prestigiose aziende Nazionali e Internazionali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *