Advisory & CFO | Societaria

Advisory & CFO

Advisory & CFO

Advisory & CFO

  •  
  •  
  •  
  •  

Il finanziamento bancario è una forma di prestito che una banca concede a una società di persone o di capitali, dopo aver ricevuto da questa delle garanzie. I finanziamenti alle imprese possono assumere varie forme e si differenziano per durata, scopo e garanzie acquisite dalla banca.

Chi può richiedere i finanziamenti bancari?

I finanziamenti bancari possono essere richiesti direttamente al sistema bancario dalla società di persone o di capitali. Questo significa che l’imprenditore può redigere in autonomia tutta la documentazione necessaria alla richiesta di finanziamento. Questa fase molto delicata comprende la scrittura del Business Plan, la previsione dei flussi di cassa pluriennali, la compilazione di tutta la modulistica, la gestione della relazione con la banca e la scelta delle delle garanzie da apportare.

Come è facile immaginare, questo è un processo in cui anche il minimo errore potrebbe vanificare ogni possibilità di finanziamento. Molte imprese infatti, per avere una maggiore sicurezza, preferiscono richiedere l’assistenza di società di consulenza esperte, con competenze profonde nel mondo della finanza aziendale e che conoscono il linguaggio utilizzato dalle banche, in modo da evitare di incappare in criticità burocratiche.

Per questo ti proponiamo una delle nostre analisi approfondite su come ottenere un finanziamento Aziendale

  • Quali sono i canali attraverso i quali puoi accedere a un finanziamento
  • Come presentarsi in banca nel modo giusto.
  • Quali criteri devi conoscere prima di chiedere un prestito.
  • Come gestire la mancata attribuzione del punteggio di credit scoring.
  • Banche dati: quando possono essere davvero consultate dagli istituti di credito

Quali tipi di finanziamenti bancari esistono?

Come anticipato, le tipologie di finanziamenti alle imprese sono molte e si differenziano per durata, scopo e in base alle garanzie fornite:

  • I finanziamenti a breve termine possono essere a revoca o a scadenza, con un limite temporale di 18 mesi. I primi comportano la facoltà unilaterale per la banca di revoca in qualsiasi momento e sono concessi nella forma di semplici anticipazioni in conto corrente oppure a fronte di crediti commerciali (fatture, ricevute bancarie, contratti). I finanziamenti a scadenza implicano il rimborso integrale entro una data prestabilita.
  • I finanziamenti a medio-lungo termine, spesso chiamati mutui, prevedono di norma un rimborso in rate regolari, secondo un piano di ammortamento prestabilito. In qualche caso possono prevedere anche il rimborso in un’unica soluzione. I finanziamenti/mutui a medio-lungo termine sono definiti chirografari, quando non prevedono alcuna garanzia, o ipotecari, quando sono assistiti da un’ipoteca sull’immobile oggetto del finanziamento oppure semplicemente posto a garanzia del rimborso. I mutui a stato avanzamento lavori (SAL) sono concessi a imprese di costruzioni per essere erogati parallelamente ai costi sostenuti nel corso della costruzione.
  • Esistono finanziamenti per particolari eventi straordinari, che possono riguardare acquisizioni, fusioni, progetti particolari o programmi di patrimonializzazione dell’impresa (prestiti partecipativi). Per quei progetti in cui i flussi di cassa sono altamente prevedibili (come ad esempio per impianti di produzione energia), secondo la tecnica del project financing, la concessione del finanziamento si basa sulla garanzia dei flussi che verranno generati dal progetto stesso molto più che sulla solvibilità della società.

Quali garanzie vengono richieste per un finanziamento bancario?

Qualsiasi finanziamento bancario può essere concesso dalla banca alle società solo a fronte di garanzie prestate dal debitore, che hanno lo scopo di ridurre il profilo di rischio per la banca. Le garanzie possono essere personali, se concesse dai soci normalmente attraverso fideiussioni, o reali attraverso la costituzione di pegni su denaro o titoli oppure la registrazione di ipoteche su immobili.

Quando è consigliabile affidarsi a un esperto per ottenere i finanziamenti bancari?

Per evitare il rischio di non ottenere il finanziamento di cui si ha bisogno è consigliabile rivolgersi a un esperto del settore, specie nelle situazioni più complesse come:

  • la banca che richiede una documentazione specifica e molto dettagliata (business plan e previsioni dei flussi di cassa pluriennali);
  • in casi di investimenti funzionali alla crescita dell’impresa;
  • in caso di eventi straordinari della vita di impresa (fusioni e acquisizioni, patrimonializzazione);
  • in caso di progetti di investimento o di sviluppo commerciale;
  • quando vuoi essere sicuro di aver compilato correttamente tutta la documentazione richiesta dalla banca.

Cosa ti offriamo

Grazie alla profonda conoscenza del mondo bancario e dei suoi criteri valutativi, siamo in grado di massimizzare la capacità dell’impresa di dialogare con gli istituti di credito. Il nostro ruolo può essere assimilato a quello di un “traduttore”: l’impresa ci racconta la sua storia, i suoi obiettivi e la sua mission e noi la traduciamo nel linguaggio parlato dalle banche, dando un supporto in ogni fase del processo di finanziamento.

La consulenza offerta si concentra sull’analisi dei bilanci aziendali e del business, senza trascurare un approfondito studio del rating, dato fondamentale da conoscere per approcciarsi al mondo bancario. Lo scopo della nostra consulenza è suggerire tutte quelle operazioni volte a facilitare l’erogazione di nuovi finanziamenti e finalizzate alla riduzione dei tassi applicati o delle garanzie richieste alle imprese.

Grazie alla forte reputazione consolidata nel tempo e alla grande esperienza possiamo dialogare con qualsiasi istituto di credito, comprese le piattaforme di FinTech.
Il nostro supporto consiste in:

  • analizzare la situazione attuale dell’impresa attraverso banche dati utilizzate anche dal sistema bancario;
  • individuare la soluzione a eventuali criticità;
  • preparare e compilare tutta la documentazione;
  • presentare la richiesta di finanziamento alla banca.

L’azienda non viene mai lasciata sola, dalla fase istruttoria alla delibera viene seguita dai nostri consulenti, in modo tale da lasciare l’imprenditore libero di fare impresa durante tutto l’iter procedurale.

Scarica subito la nostra analisi approfondita su come presentarsi in banca e ottenere un prestito aziendale

  • Quali sono i canali attraverso i quali puoi accedere a un finanziamento
  • Come presentarsi in banca nel modo giusto.
  • Quali criteri devi conoscere prima di chiedere un prestito.
  • Come gestire la mancata attribuzione del punteggio di credit scoring.
  • Banche dati: quando possono essere davvero consultate dagli istituti di credito

CFO services

Servizi fortemente innovativi per le PMI, dove solitamente è l’imprenditore a svolgere contemporaneamente tutte le principali funzioni aziendali.

Siamo in grado di sostenere l’imprenditore in modo continuativo, diventando a tutti gli effetti il “braccio finanziario” dell’imprenditore, preoccupandosi del reperimento di nuove risorse, bilanciando correttamente quelle esistenti; gestendo i flussi finanziari attraverso la redazione di piani industriali e l’analisi degli scostamenti, ma soprattutto supportando l’imprenditore nelle scelte strategiche dell’azienda.

Il nostro servizio comprende anche la consulenza spot, per dare supporto all’impresa in momenti significativi della propria vita, ad esempio in fase di costituzione attraverso la redazione di business plan, validazione del modello di business e analisi del fabbisogno finanziario oppure prima del deposito del bilancio per migliorare il rating bancario.

Cosa fa il CFO in azienda

Il ruolo del Chief Financial Officer (CFO) appare sempre più decisivo per le sorti delle imprese. Negli ultimi anni le aree Amministrazione, Finanza e Controllo delle aziende hanno dovuto affrontare una serie di sfide estremamente impegnative. L’attuale situazione economica porta il CFO ad ampliare il proprio raggio di azione, discutendo non solo di dati, ma anche (e soprattutto) di previsioni, redditività, gestione del rischio, analisi del business e decisioni strategiche.

Tradizionalmente in Italia, specie nelle PMI, il ruolo del CFO non esiste e viene assorbito in modo improprio e senza le dovute competenze dalla contabilità e dall’amministrazione. Il modello che dovrebbe, invece, emergere tende a una maggiore operatività e, soprattutto, a una visione strategica totale dell’impresa, unita alla capacità di attuare tali strategie.

La conferma di tale necessità ci arriva da uno studio IBM (IBM Institute for Business Value, The Global CFO Study 2010) basato su oltre 1.900 interviste a CFO di tutto il mondo. Dall’analisi è stato individuata una tipologia di CFO, detta Value Integrator, che raggiunge i migliori risultati grazie a un approccio manageriale, che prevede una profonda conoscenza del business e una capacità di integrazione di tutte le informazioni aziendali. Di conseguenza la ricerca di IBM ci conferma che, a livello mondiale, le imprese con prospettive e risultati in crescita sono accompagnate da un CFO che ha fatto evolvere il proprio ruolo.

Il modello di CFO in outsourcing

Il nuovo modello di CFO è ormai affermato anche in Italia nelle imprese più strutturate e comincia, finalmente, a essere preso in considerazione anche dalle PMI, seppure con forti difficoltà

È in questi contesti che può intervenire un CFO in outsourcing, il quale consente di avere a disposizione dell’impresa un professionista, formato in società di corporate finance e investment banking. Sarà in grado di gestire tutta l’area finanziaria, ma anche di dare il proprio apporto strategico pianificando i budget, predisponendo piani di crescita e di investimento.

Il CFO in outsourcing è la chiave di volta per le PMI che vogliono accedere al credito bancario. In questi casi, infatti, vengono chiesti una moltitudine di documenti che spesso le PMI non sono in grado di produrre, inoltre il rapporto con gli istituti distrae spesso l’imprenditore dall’attività propria dell’azienda. Un CFO in outsourcing semplifica tutti i processi, supportando l’azienda con operazioni volte al miglioramento del rating creditizio, con importanti rilessi sulla capacità dell’impresa di poter accedere a finanziamenti nel breve e lungo periodo e occuparsi della gestione di tutti i rapporti con il mondo bancario.

Perché scegliere i CFO Services

I vantaggi che si possono ottenere dalla scelta dei CFO services, anziché l’assunzione di un CFO interno a tempo pieno, sono palesi se ci riferiamo a una PMI:

  • CFO services sono personalizzati sulle esigenze dell’azienda, che si ritrova con un professionista che risponde a tutte le sue necessità, pagando un importo decisamente minore rispetto a quello che servirebbe per assumere la medesima professionalità a tempo pieno.
  • CFO services sono temporanei, finché sono necessari possono essere utilizzati, ma quando l’esigenza termina non è necessario continuare a usufruire del servizio.
  • CFO services sono svolti da professionisti moderni, il loro apporto va ben oltre la semplice gestione amministrativa e finanziaria. Dietro il CFO c’è una società di consulenza finanziaria per le PMI.
  • CFO services svolti garantiscono una profonda competenza tecnica, un supporto di più persone specializzate in campi differenti e un’ottimizzazione del servizio attraverso l’uso di moderni software e banche dati.

Noi ti aiutiamo a crecere, per questo ti proponiamo il nostro vademecum su come ottenere un finanziamento Aziendale

Finanza Agevolata Service

La finanza agevolata è un settore complesso, che include tutti quegli strumenti che il legislatore predispone per dare alle imprese strumenti finanziari più vantaggiosi di quelli presenti sul mercato, con lo scopo di favorire la nascita di nuove imprese o lo sviluppo di quelle esistenti.

Tra gli strumenti che rientrano nella definizione di finanza agevolata possiamo inserire:

  • Contributi a fondo perduto – l’agevolazione consiste nell’erogazione di una somma che corrisponde a una parte delle spese ammissibili per costi di investimento.
  • Contributi a tasso zero– l’agevolazione consiste nell’abbattimento del costo del denaro a fronte di un finanziamento bancario senza garanzie reali o personali da parte dei soci.
  • Crediti di imposta– l’agevolazione è un credito che potrà essere impiegato in sede fiscale e contributiva abbattendone il costo.

Ciascun bando identifica i requisiti di accesso, di cui solitamente fanno parte:

  • Il tipo di beneficiario: imprese, startup, imprenditoria femminile, imprenditoria giovanile e così via;
  • Settore appartenenza: turismo, tecnologia, servizi, innovazione, spin-off di ricerca, prodotto e design

Ciascun bando finanzia le principali o determinate categorie di spese come marketing, spese del personale, consulenze, hardware e software e macchinari, servizi.

Come ottenere finanziamenti agevolati

Alcuni finanziamenti sono sempre attivi, fino a esaurimento dei fondi stanziati, e poi ce ne sono altri che dipendono dalla pubblicazione di un bando o di un’apposita procedura.

Alcuni di questi ultimi restano aperti poco tempo, anche un giorno, per cui se si vogliono ottenere i finanziamenti agevolati occorre:

  • Conoscere accuratamente le modalità di funzionamento dei bandi: la documentazione da presentare è complessa, include una descrizione del progetto, il dettaglio delle spese che si intendono sostenere e un’analisi di queste ultime. A questo si aggiungono i bilanci passati, business plan e così via.
  • Tempestività nella partecipazione e quindi un canale informativo sempre aperto.

Affidati a noi

Come abbiamo potuto vedere fin qui il mondo della finanza agevolata è intricato ed estremamente burocratico. Abbiamo personale altamente qualificato e con esperienze lavorative proprio in quegli istituti che approvano i finanziamenti.

La nostra consulenza parte dall’analisi dell’impresa e del mercato di riferimento per indirizzarti sui bandi aperti che offrono caratteristiche compatibili con la tua strategia. Ci occupiamo di tutto l’iter amministrativo compilando noi la domanda e preparando tutta la documentazione da allegare.

Il nostro obiettivo sarà massimizzare le tue chance di ottenere il finanziamento richiesto, occupandoci anche delle fasi successive di rendicontazione.

I bandi aperti sono tanti e in continua evoluzione e riguardano sia finanziamenti a fondo perduto che a tasso agevolato. Non perdere l’occasione di beneficiare di iniziative comunitarie, nazionali o regionali dirette a sostenere la crescita e lo sviluppo del tuo business.

Scarica subito la nostra analisi su come ottenere un finanziamento Aziendale

ECCO COME PRESENTARSI IN BANCA E OTTENERE UN PRESTITO
  • Quali sono i canali attraverso i quali puoi accedere a un finanziamento
  • Come presentarsi in banca nel modo giusto.
  • Quali criteri devi conoscere prima di chiedere un prestito.
  • Come gestire la mancata attribuzione del punteggio di credit scoring.
  • Banche dati: quando possono essere davvero consultate dagli istituti di credito

Advisory & CFO ultima modifica: 2018-01-01T10:58:22+00:00 da Dr. Andrea Raffaele
Dr. Andrea Raffaele
Dr. Andrea Raffaele
Corporate Tax Consultant, Advisor e CTU del Tribunale di Roma con una solida esperienza Aziendale in attività di Amministrazione, Finanza, Controllo di Gestione, Pianificazione Strategica, Business Planning, HR e di gestione di progetti di Start-up aziendali, di Riorganizzazione e Change Management maturata in prestigiose aziende Nazionali e Internazionali

Comments are closed.