Pensioni: Ecco tutte le novità 2018 | Societaria

Pensioni: Ecco tutte le novità 2018

Pensioni: Ecco tutte le novità 2018

Pensioni: Ecco tutte le novità 2018

  • 9
  •  
  •  
  •  

La legge di bilancio del 2018 ha introdotto dei cambiamenti significativi nel settore delle pensioni, in particolare per le donne e coloro che desiderano accedere al prepensionamento.

Dopo due anni in cui non c’è stata alcuna variazione sulle pensioni, con l’arrivo del 2018 si prevede un aumento dell’1,2%.

In particolare, le pensioni minime saranno ricalcolate da un importo mensile di 501,89 € a 507,92 €, mentre per quelle che ricevono pensioni sociali, il reddito sarà di 373,92 euro al mese.

Pensioni anticipate: tutte le novità 2018

Nella Legge di bilancio del 2018 sono state introdotte delle novità sul prepensionamento, infatti coloro che hanno utilizzato il sistema contributivo, che hanno compiuto 63 anni e 7 mesi e hanno versato 20 anni di contributi, avranno diritto alla pensione anticipata.

Non ci sono più limiti di età per coloro che desiderano accedere alla pensione anticipata, se sono stati pagati 41 anni e 10 mesi di contributi per le donne e 42 anni e 10 mesi per gli uomini.

Per i primi lavoratori, con la riforma del 2018, puoi andare in pensione anticipatamente (41 anni di contributi) se hai pagato 12 mesi di contributi prima del diciannovesimo anno e se fai parte di una delle categorie di lavoro definite per uso o notte.

Modifiche ai criteri per l’accesso all’Ape Social

La legge di bilancio 2018 ha anche modificato i criteri per l’accesso all’Ape social, indennità mensileerogata dallo stato, che può essere richiesta da coloro che hanno raggiunto l’età di 63 anni e che hanno una delle seguenti condizioni:

  • 30 anni di contributi versati;
  • Essere un Lavoratore disoccupato dopo il licenziamento;
  • Essere un Lavoratore con disabilità superiore al 74%;
  • Essere un lavoratore che ha aiutato il coniuge o un parente di primo grado con gravi disabilità per almeno 6 mesi.

L’ape rosa e l’ape volontaria

Per le donne c’è l’Ape rosa che è uno sconto di sei mesi per ogni bambino, fino a un massimo cumulativo di due anni.
L’Ape volontaria, confermata fino a dicembre 2018, è una forma di pensionamento anticipato di 12 mesi che può essere richiesto da coloro che hanno raggiunto 63 anni di età e 20 anni di contributi versati.

Requisiti per richiedere la RITA:

– disoccupazione per almeno 24 mesi;
– perdita di lavoro prima di 5 anni di richiesta di una pensione di vecchiaia.

Pensioni: Ecco tutte le novità 2018 ultima modifica: 2018-01-07T11:00:14+00:00 da Dr. Andrea Raffaele
Dr. Andrea Raffaele
Dr. Andrea Raffaele
Corporate Tax Consultant, Advisor e CTU del Tribunale di Roma con una solida esperienza Aziendale in attività di Amministrazione, Finanza, Controllo di Gestione, Pianificazione Strategica, Business Planning, HR e di gestione di progetti di Start-up aziendali, di Riorganizzazione e Change Management maturata in prestigiose aziende Nazionali e Internazionali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *